Inventari de Campanes

Basilica dei S.S. Siro e Materno - DESIO (LOMBARDIA)

(Referència: 5493)


Data de construcció 1550ca
Descripció Il campanile è una massiccia construzione a base quadrata, eretta in forme goticheggianti, la cui data di erezione ci è ignota. In base ad analisi di tipo strettamente architettonico, tradizionalmente la sua costruzione è fatta risalire verso il Mile per opera dei Maestri Comacini. Questa conclusione non è certo insindacabile: l'antico campanile fu bersaglio di diverse azioni a carattere militare, tanto che nel Quattrocento fu dato alle fiamme, è improbabile che l'edificio abbia potuto reggere ad un incendio. La sua conclusione dovrebbe perciò essere ritardata da alcuni secoli ed essere più verosimilmente posta verso la metà del quindicesimo secolo, quando, utilizzando la macerie dell'antica torre, fu edificato il campanile che possiamo vedere oggi.

L'antica basilica sorgeva tra il giardino della canonica e l'oratorio di Santa Maria, all'imboccatura dell'attualle via Pio XI, pertanto il campanile era in posizione avanzata rispetto alla chiesa e non era addossato ad essa su nessun lato. La torre non aveva ingressi a livello del suolo, comunicava con la basilica tramite un pasaggio sospeso all'altezza di circa quattro metri dal suolo.
Campanes La chiesa di Desio ebbe sempre particolare attenzione per le campane. Contrariamente ad altre chiese del circondario, già nel Cinquecento la basílica aveva tre bronzi. Nel Settecento furono effettuati alcuni tentativi per aumentare la consistenza dei manufatti, ma il primo vero concerto fu eseguito nel 1799 e comprendeva cinque pezzi del peso complessivo di 34'82 quintali.

Anche in seguito ad una dimostrazione popolare, nell'ottobre 1821 fu realizzato dal fonditore Michele Comerio un nuovo concerto di sei campan del peso complessivo di quintali 77'35, ma una perizia tecnica evidenziò alcuni difetti strutturali, cosicché, sempre opera del Comerio, le campane furono rifuse e nel 1830 fu innalzato un nuovo concerto. Anche in questo caso l'esito della perizia condotta dal maestro Lavigna fu negativo. Dopo una lunga vertenza giuridica, nel 1835, per porre fine alla questione, il fonditore rinunciò a riscoutere il credito che vantava nei confronti della fabbriceria.

Il 7 marzo 1843 si giunse alla stesura nel contratto definitivo di rifusione delle campane, la cui esecuzionefu affidata al fonditore varesino Felice Bizzozero. Le campane fusioni furono ultimate il 6 agosto 1843 ed il 16 dello stesso mese le campane erano pronte. Già il giorno seguente, partì alla volta di Varese il convoglio dei carri per il transporto a Desio dei sacri bronzi.
Notes Info: BRIOSCHI, Massimo; Le famose campane di Desio.
Autors de la fitxa de la torre
  • ALEPUZ CHELET, Joan; ESPADAS MACIA, Sandra (22-02-2013)
  • 8 Fotos
    Fitxes de totes les campanes
    Editor ALEPUZ CHELET, Joan
    Actualització 28-02-2013

    Campanes actuals

    LocalitzacióCampanaAutorsAny fosaDiàmetrePes
    CampanileCampana Prima (1)BIZZOZERO, FELICE (VARESE)184386411
    CampanileCampana Seconda (2)BIZZOZERO, FELICE (VARESE)184392476
    CampanileCampana Terza (3)BIZZOZERO, FELICE (VARESE)1843104694
    CampanileCampana Quarta (4)BIZZOZERO, FELICE (VARESE)18431161062
    CampanileCampana Quinta (5)BIZZOZERO, FELICE (VARESE)18431311455
    CampanileCampana Sesta (6)BIZZOZERO, FELICE (VARESE)18431401740
    CampanileCampana SettimaBIZZOZERO, FELICE (VARESE)18431572321
    CampanileCampanoneBIZZOZERO, FELICE (VARESE)18431763436

  • DESIO: Campanes, campaners i tocs
  • Francesc LLOP i BAYO; Francesc Xavier MARTÍN NOGUERA Metodologia dels inventaris de campanes (1998)
  • Tornar cap enrere
  • Menu inicial CAMPANERS DE LA CATEDRAL DE VALÈNCIA
    Campaners de la Catedral de València
    Buscar campana, campanar, població, fonedor, epigrafia, any fosa, autor, article
    © Campaners de la Catedral de València (2019)
    campaners@hotmail.com
    : 24-07-2019
    Convertir a PDF